Newsletter 12/2012 – Rilascio primi patentini


 

Sin dalla sua fondazione IATT ha avuto tra i suoi obbiettivi quello di associare alla divulgazione e la conoscenza delle tecnologie no dig livelli qualitativi di esecuzione delle opere tali da garantire il committente circa i risultati dei lavori da parte dei propri Associati. Negli anni si era studiato un sistema di qualificazione delle imprese del settore che aveva portato alla stesura di una certificazione di qualificazione che tenesse conto non solo del profilo tecnico dell’impresa ma anche di quello economico/finanziario.

Questo  per rispondere alle esigenze del mercato, ed in special modo da parte delle stazioni appaltanti, che hanno rivolto più volte a IATT la richiesta di poter disporre di una sorta di albo imprese qualificate. Una prima risposta a questa esigenza si sta dando attraverso l’avvio dei corsi di formazione per il rilascio di “patentini” agli operatori di macchine complesse secondo specifica famiglia tecnologica.

Lo scorso 1° Giugno, infatti,  si è conclusa la prima sessione del corso per il rilascio di “patentini” per operatori macchine complesse finalizzato alla perforazione in microtunnelling che ha visto l’ ottenimento, in seguito al superamento di un esame finale, di questa importante certificazione, da parte di 17 operatori delle imprese Icop spaBatitunnel Italia spa. Il corso, di complessive 40 ore, condiviso con Formedil (l’ente paritetico con cui IATT ha sottoscritto un accordo specifico per questa attività), si è articolato in una prima fase in aula ed in una seconda fase in campo con prove pratiche sulle macchine.

Allo scopo di definire un sistema di qualificazione delle imprese più equo ed oggettivo,  provvederemo a comunicare di volta in volta ai più importanti gestori delle reti del sottosuolo, che ce ne hanno fatto richiesta da tempo, i nominativi delle imprese che dispongono ad oggi di personale dotato di “patentino per operatore macchine complesse per la perforazione con microtunnelling e/o con directional drilling” valido sia ai sensi delle attestazioni SOA che del contratto collettivo nazionale del lavoro per il settore edile e similare.

Ricordiamo  che l’obbligo in capo alle imprese del settore di avere personale in possesso di specifico patentino per operare su macchine complesse, è sancito dall’art. 37 del TU sulla sicurezza DLgs 81/2008; pertanto chi non ottempera a tale obbligo non può ottenere la necessaria qualificazione di categoria speciale richiesta.

È un primo passo per creare un sistema di qualità per le imprese specializzate, pubblicato e reso disponibile  alle stazioni appaltanti, e ai committenti privati: qualità e sicurezza certificati sono e saranno il discrimine tra le imprese del futuro.

Al fine di agevolare coloro che sono interessati al perseguimento di patentini per operatore macchine complesse per la perforazione microtunnelling e HDD, Vi informiamo che sono in programma altre  sessioni dei corsi in altre sedi. A tal proposito vogliate cortesemente esprimere alla Segreteria IATT (iatt@iatt.info) il vostro interesse a partecipare alle prossime sessioni  le quali saranno organizzate in base al numero delle richieste ed in scuole il più possibile vicine alle sedi delle imprese aderenti.


 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento