Scudo direzionale aperto


 

  • SCUDO DIREZIONALE APERTO

La macchina di perforazione nella tecnica Scudo Direzionale Aperto è costituita da una testa articolata, incernierata su tre oppure quattro cilindri oleodinamici che ne consentono la direzionabilità  , e dal corpo principale che contiene la maggior parte degli equipaggiamenti di scavo e raccolta dello smarino nonchè la consolle di controllo e pilotaggio. Il corpo principale può essere dotato di cilindri di spinta autonoma. Nel primo caso la perforazione avviene per escavazione del terreno tramite una benna montata su braccio idraulico che convoglia il materiale su un nastro trasportatore e quindi in vagoncini da miniera. Nel secondo caso il terreno lapideo viene demolito da una fresa puntuale e successivamente allontanato da un sistema di smarino idraulico. Nello Scudo direzionale aperto il fronte di scavo non è sostenuto artificialmente con una pressione di bilanciamento. Nel caso di perforazioni in terreni sciolti o debolmente coesivi il fronte di scavo viene fatto franare all’ interno della camera anteriore dello scudo e lo smarino si dispone all’ interno della camera anteriore secondo il naturale angolo di riposo.

Lascia un commento