Prezzari


Dal 2008 IATT collabora con la DEI “ Tipografia del Genio Civile che anche quest’ anno ha pubblicato i prezzi relativi alle tecnologie a basso impatto ambientale per la posa e il risanamento delle infrastrutture, all’ interno del proprio volume “Urbanizzazione, Infrastrutture Ambiente della collana Prezzi Informativi dell’ Edilizia (Ed. maggio 2017) direttamente acquistabile accedendo al seguente link. La DEI edita e commercializza prezzari sia a carattere nazionale che regionale, oltre a collaborare direttamente alla stesura di alcuni prezzari regionali (Molise, Puglia, Basilicata e Lombardia); le sue pubblicazioni costituiscono un valido riferimento per tutti gli Enti, le Imprese e gli Studi professionali che abbiano la necessità  di elaborare prezzari locali o bandi di gara; proprio per questo i prezzi pubblicati per le nostre tecnologie sono valori, base d’ asta per l’ assegnazione di gare di appalto.

La collaborazione con la DEI nasce con l’ obiettivo di diffondere, in maniera rapida e con un partner autorevole, sull’  intero territorio nazionale, la conoscenza dei prezzi delle tecnologie che la nostra Associazione promuove e verso le quali le Amministrazioni pubbliche guardano con interesse sempre maggiore.

Dal 2008, con cadenza semestrale, la IATT ha provveduto ad aggiornare il prezzario della DEI, arricchendolo nel tempo con le diverse tecnologie (per esempio nell’ edizione di Maggio 2011 sono stati inseriti i prezzi delle tecnologie di Mini/Microtunnelling, Spingitubo e Pressotrivelle) e rendendo sempre attuali i prezzi, attraverso un osservatorio prezzi che monitora in maniera costante l’ andamento del mercato. Questo certamente possibile grazie al prezioso e costante contributo dei nostri associati, impegnati nelle specifiche Commissioni tecniche Permanenti per ciascuna tecnologia.

Va, inoltre, sottolineato che la presenza di listini ufficiali di riferimento per l’ impiego delle nostre tecnologie, ancora più importante alla luce dell’ introduzione della categoria di Opere Speciali (OS35) relativa a lavorazioni effettuate con tecnologie a basso impatto ambientale, avvenuta nell’ ottobre del 2010 con la pubblicazione del DPR n. 207/2010 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del D.Lgs. n. 163/2006, Codice dei contratti pubblici) che  permette alle Amministrazioni Pubbliche di prevederne l’ impiego, direttamente nei bandi di gara.

Proprio in questa ottica  e per dare maggiore risalto alle nostre tecnologie  la DEI ha dedicato loro uno specifico capitolo (Cap.06) denominato “TECNICHE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE PER POSA E RISANAMENTO INFRASTRUTTURE”.