Comunicato di chiusura: INCONTRIAMOCI 2017


Lo scorso 5 dicembre presso la sede del DEI – Tipografia del Genio Civile – si è svolto l’ oramai tradizionale evento associativo “INCONTRIAMOCI”.

Dopo i saluti iniziali da parte del Presidente IATT, Paolo Trombetti, e del Direttore DEI Giuseppe Rufo, il moderatore dei lavori, Feliciano Esposto, ha passato la parola ai rappresentanti delle Associazioni che da anni supportano IATT nella divulgazione e diffusione delle tecnologie a basso impatto ambientale, condividendone gli stessi obiettivi: qualità, formazione e sicurezza.

Sono intervenuti nell’ordine: Massimo Calzoni, Presidente Formedil, che ha ribadito la necessità della formazione soprattutto nelle lavorazioni specialistiche al fine di innalzare non solo il livello qualitativo delle opere, ma la sicurezza nei cantieri; Mauro Savini, Area Ambiente e Sviluppo di Anci che con una panoramica sulle molteplici attività nate dalla collaborazione con IATT, ha accennato all’ innovativo progetto di formazione a distanza, rivolto a tutti i Comuni, che verrà lanciato da Anci a partire dal 2018 con la realizzazione di una piattaforma webinar, e che prevedrà anche formazione sulle tecnologie NO – DIG; Antonio Arienti, Presidente AIF, che ha parlato della collaborazione con IATT, delle iniziative avviate per l’ equiparazione dei patentini per le rispettive categorie OS21 e OS35 e per l’ organizzazione congiunta dei corsi realizzati sotto l’ egida del Formedil.

A conferma dei consolidati rapporti di collaborazione con tali Associazioni, sono stati consegnati gli IATT Awards 2017, a:

–          Formedil – Premio “Sviluppo e crescita professionale” per il supporto offerto a IATT nel rispondere prontamente alla richiesta del mercato di avere manodopera qualificata e professionale e per aver contribuito, in tal modo, alla diffusione delle tecnologie NO – DIG, al controllo sul loro corretto utilizzo e, non ultimo, all’ampliamento del mercato stesso. http://www.formedil.it/

–          Anci – Premio “Vision ed Etica Sociale” per il costante e proficuo impegno nella diffusione della cultura del NO – DIG, per aver intuito, prima di tanti, i vantaggi che queste tecnologie avrebbero comportato per l’ambiente, la collettività e la gestione del territorio da parte degli Enti locali e, inoltre, per aver collaborato con IATT, in maniera sempre proattiva, per la buona riuscita di numerose importanti iniziative. http://www.anci.it/

Gli interventi istituzionali si sono conclusi con Antonio Jr Ruggiero, Direttore della Rivista CH4, che ha parlato della proficua collaborazione tra il loro gruppo editoriale e IATT e ha lanciato l’ idea, accolta favorevolmente dalla platea, di costituire per il prossimo anno un premio giornalistico sul NO – DIG. http://cms.utilitalia.it

I lavori sono proseguiti con una panoramica, da parte del Presidente Paolo Trombetti, sulle principali iniziative poste in essere da IATT per rafforzare il mercato del NO-DIG in Italia.

Il Consigliere Stefano Tani e il Vice Presidente Gianmario Giurlani hanno illustrato, rispettivamente, la situazione attuale e previsionale del mercato nei settori dell’idrico e del gas, evidenziando un potenziale incremento nell’impiego delle tecnologie NO-DIG.

Infine, Letizia Rinaldini di IATT ha illustrato le iniziative di comunicazione avviate dall’Associazione, fondamentali per la promozione della cultura del NO-DIG e delle Aziende che utilizzano tali tecnologie, sollecitando queste ultime a sfruttare maggiormente le opportunità di divulgazione offerte dal nuovo Sito e dalle collaborazioni editoriali.

Ampio spazio è stato, quindi, dedicato alla 39° Edizione dell’ International NO DIG in programma a Firenze dal 30 settembre al 2 ottobre 2019. Elisabetta Salerno, Sponsorship Dept. Manager di OIC, Società che supporterà IATT nell’ organizzazione dell’ evento, ha illustrato la prestigiosa Fortezza da Basso, che sarà la sede dell’ area espositiva, e ha dato informazioni utili circa i termini e le condizioni di partecipazione. A breve sarà messo online uno specifico Sito, contenente tutte le informazioni inerenti questa importante manifestazione.

I lavori si sono conclusi con la consegna degli IATT AWARDS 2017 agli Associati che si sono contraddistinti nelle seguenti categorie:

“Spirito associativo” a 3 M Italia srl per aver supportato IATT in molteplici iniziative, aver favorito l’organizzazione di seminari, ospitato eventi associativi e, inoltre, per aver messo a disposizione dell’associazione risorse che, con impegno e professionalità, hanno dato un importante contributo al lavoro delle Commissioni Tecniche Permanenti. Ha ritirato il premio: Claudio Galbiati; https://www.3mitalia.it/

 – “Promozione del NO – DIG” a Stefano Tani, Consigliere IATT e Responsabile  Servizi Divisione Servizio Idrico di MM spa, per il costante impegno dimostrato in questi anni nella diffusione della cultura del NO – DIG attraverso la partecipazione a molteplici iniziative di rilievo nazionale nell’ambito delle quali, con generosità e professionalità, non ha mancato di illustrare i benefici dell’impiego di queste tecnologie. Impegno culminato nella redazione di un libro riguardante le tecniche di Relining che costituirà senza dubbio un importante riferimento per il mercato. http://www.metropolitanamilanese.it/

Novità di quest’ anno è stata l’ assegnazione dei Premi “Ricerca & Sviluppo” ai progetti, realizzati dai  Soci IATT negli ultimi due anni, che si sono contraddistinti, nei diversi settori tecnologici, per innovatività e che per le soluzioni adottate, avranno certo ricadute positive per la crescita delle tecnologie NO – DIG. I progetti premiati sono stati i seguenti:

– “Project Mose” – Azienda Premiata: Anese srl. Per l’esperienza, gli elevati skills professionali e la ricerca d’ innovative soluzioni di progettazione dimostrate con la realizzazione del “Project Mose” avvenuta, nonostante le molteplici criticità incontrate, tutte brillantemente superate, quali: le proibitive condizioni logistiche, l’elevato valore paesaggistico della zona da salvaguardare e infine la necessità di non interferire con le abituali attività dei residenti, dei natanti e della Marina Militare. Ha ritirato il premio: Milco Anese. https://www.anese.it

– “Roma Metropolitane – Costruzione Metro C”. Azienda Premiata: I.co.p. spa.  Per essersi confermati leader nel campo del microtunnelling contribuendo alla realizzazione del progetto “Roma Metropolitane – Costruzione Metro C” nel pieno rispetto di un’area ad elevatissimo valore archeologico. Ha ritirato il premio: Enzo Rizzi. http://www.icop.it

– “Risanamento con recupero delle portate idriche della condotta di adduzione al serbatoio della città di Serle in provincia di Brescia” – Azienda Premiata: IN.TE.CO. srl. Per aver consentito il recupero delle portate idriche della condotta di adduzione al serbatoio della città di Serle oltre ad innalzare ulteriormente lo standard tecnico del settore del risanamento con l’impiego di un materiale altamente innovativo proponendo, di fatto, al mercato una soluzione, tecnicamente valida ed economicamente vantaggiosa, al problema, di estrema attualità, delle rilevanti perdite che caratterizza il sistema idrico nazionale. Ha ritirato il premio: Franco Scarabelli. http://www.intecosrl.com/

– “FlexTube®” – Azienda Premiata: Prysmian Group. Per aver innalzato gli standard tecnologici del settore delle reti TLC broadband con la realizzazione del cavo subacqueo con la più alta densità di fibre, cogliendo a pieno le sempre più crescenti sfide di innovazione tecnologica provenienti dal mercato globale. Ha ritirato il premio: Ambra Camiciola. https://www.prysmiangroup.com

– “Studio sull’impatto delle minitrincee nelle pavimentazioni stradali” – Azienda Premiata: Sirti spa. Per lo Studio, condotto con l’Università di Perugia, che ha portato alla definizione di una serie di accorgimenti pratici ed operativi altamente innovativi che ottimizzano l’impiego della minitrincea favorendone la diffusione.  Ha ritirato il premio: Edoardo Cottino. http://www.sirti.it/

 – “Georadar 2.0” – Azienda premiata: Tesmec spa. Per aver esportato oltre confine quello che è una delle conditio sine qua non di IATT ovvero che una gestione sicura e consapevole delle reti dei sottoservizi non può prescindere da una corretta e puntuale mappatura delle infrastrutture delle reti del sottosuolo. Ha ritirato il premio: Steve Vaglietti. http://www.tesmec.com

Per visualizzare la galleria di foto clicca qui