Cosa è il GEORADAR: cenni storici


La prima traccia certa di impiego di onde elettromagnetiche per la localizzazione di oggetti interrati risale ad un brevetto tedesco del 1910 di Leimbach e Löwy.

Da allora, grazie soprattutto allo sviluppo, nei primi anni ’30, delle tecniche ad impulso, il radar è stato sperimentato in indagini conoscitive eseguite su diverse tipologie di suolo e di mezzi di propagazione in genere.

Grande impulso e spinta in applicazioni civili con la missione lunare negli anni 70.

Definiti inizialmente come sistemi GPR (Ground Penetrating Radar), oggi si parla più in generale di sistemi SPR (Surface Penetrating Radar).

In questi ultimi anni l’ utilizzo delle tecniche GPR per le prospezioni geofisiche di superficie, hanno assunto una sempre maggiore diffusione. Si è infatti assistito ad un notevole aumento di interesse nei confronti di questa tecnica geofisica dipendente in gran parte dall’ economia dei costi e dei tempi di esecuzione, nonchè dal carattere non distruttivo della indagine e dalla relativa semplice interpretabilità  dei risultati.

Lascia un commento