Newsletter 04/2015: Risanamento delle reti idriche senza scasso


Cagliari, 20 maggio 2015

L’innovazione è alla base dello sviluppo economico, ed il rispetto dell’ambiente è una necessità non più trascurabile. E’ necessario quindi cambiare approccio, mentalità, e le tecnologie trenchless rappresentano una opportunità giusta.

Emergenza idrica e la risposta delle tecnologie trenchless ai problemi del Sistema idrico integrato nel rispetto dell’ambiente della sicurezza e dell’economicità, questi gli argomenti principali del primo workshop regionale organizzato da IATT in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Cagliari e patrocinato da ANCI Sardegna.

Workshop durante il quale sono state presentate idee concrete per l’individuazione, la programmazione e la quantificazione degli investimenti relativi agli interventi più urgenti in Sardegna, attraverso tecnologie all’avanguardia che rendono sostenibili questi interventi.

Dai rapporti pubblicati annualmente sullo stato delle reti idriche, emerge la necessità di emanare misure urgenti e definitive per lo sviluppo e il risanamento delle reti. Una necessità sottolineata più volte da Alessandro Ramazzotti, Amministratore Unico di ABBANOA,  principale gestore del Servizio Idrico Integrato, che ha illustrato un piano di investimenti di circa Euro 800 milioni previsto per  i prossimi anni.

Il Vice Direttore di ANCI Sardegna, Daniela Sitzia, che ha sottolineato l’importanza della stretta collaborazione con IATT per la diffusione capillare di una cultura “no dig” verso il personale tecnico dei comuni e non solo, per la ricerca di soluzioni efficienti che mirino verso un modello di Smart Cities applicato ai servizi idrici.

“Promuovere la diffusione di tecniche sicure, eco-sostenibili ed economiche è la missione della nostra Associazione” ha spiegato Paolo Trombetti Presidente di IATT, e non può prescindere da una collaborazione e sinergia con il comparto pubblico e con i tecnici e progettisti degli Albi Professionali”.

Il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Cagliari, Gaetano Attilio Nastasi, si è detto interessato a collaborare con IATT per la promozione e diffusione sul territorio dei campi di applicazione  tecnologie trenchless e dei vantaggi connessi al loro utilizzo.

Al fine di illustrare più esaustivamente le tecnologie proposte, sono state presentate delle case history da parte di MM ed IREN, nonché una breve prova in campo di risanamento, a cura degli sponsors tecnici SAPI ed INTECO.

Per visualizzare il servizio andato in onda il 20 maggio scorso all’ interno del TG di Videolina clicca qui

Per visualizzare l’ articolo pubblicato su L’ Unione Sarda del 21 maggio us clicca qui

Per visualizzare il Comunicato Stampa di Metropolitana Milanese clicca qui

Per visualizzare la galleria di foto clicca qui

Lascia un commento