Genova, 14 Maggio 2014: Seminario sulle tecnologie no – dig presso il Comune di Genova


Genova 14 maggio 2014 – Seminario sulle tecnologie di scavo a basso impatto ambientale promosso ed organizzato da IATT e dalla Direzione Sistemi Informativi e Città Digitale del Comune di Genova.

Un’ Amministrazione aperta all’innovazione, alla sperimentazione di nuove  tecnologie, a soluzioni in grado di accompagnare il processo di ammodernamento delle infrastrutture con criteri e metodi di maggiore razionalità  e sostenibilità socio-ambientale.

Questo il significato dell’iniziativa che il Comune ha proposto e che è stata  resa possibile grazie all’impegno e alla disponibilità di IATT, l’Associazione Italiana del settore delle trenchless technology.

Il Know how e le esperienze che IATT ha acquisito negli anni, sia dal punto di vista metodologico che tecnico su tali tecnologie, trovano una concreta applicazione nella stesura di indirizzi e linee guida sulle loro modalità di utilizzo, nell’elaborazione di capitolati per l’affidamento dei lavori e  nell’organizzazione di momenti formativi e di divulgazione come questo.

 

Il seminario, che ha visto la numerosa partecipazione del personale tecnico delle diverse Direzioni ed aree tecniche del Comune, unitamente alla presenza dei maggiori Enti gestori delle reti del sottosuolo, ha sottolineato l’importanza della conoscenza puntuale delle infrastrutture interrate quale strumento per una efficiente programmazione degli interventi sul territorio. Si è partiti da una illustrazione delle metodologie e degli strumenti per l’acquisizione e gestione dei dati relativi alla rilevazione delle reti interrate, ossia la costruzione di un catasto delle reti del sottosuolo, per affrontare poi alcune tra le più importanti tecnologie di risanamento delle reti (idriche e del gas) che negli ultimi anni hanno interessato l’area di Genova. L’evento si è concluso, infine, con l’illustrazione di alcune tecnologie di perforazione orizzontale utilizzabili in ambito urbano.

Oggi per dare risposte concrete alla crescente richiesta di accessibilità a servizi di qualità, nel rispetto della vita e dell’ambiente, è più che mai necessario ricorrere alle tecnologie a basso impatto ambientale che rappresentano, in maniera evidente, un forte strumento a disposizione degli Enti gestori delle reti, per sviluppare e manutenere in maniera veloce e competitiva, le proprie reti tecnologiche, nonché un efficace strumento di governance per gli Enti che gestiscono il territorio.

La partecipazione e l’interesse della platea per le tematiche illustrate, hanno confermato la comune esigenza di adottare soluzioni eco-sostenibili che bene si coniugano con una realtà complessa come quella del Comune di Genova.

Lascia un commento