Accordo tra IATT – Salahaddin University di Erbil – Erbil


La IATT da anni promuove l’ internazionalizzazione delle aziende italiane attraverso un’ intensa attività di promozione e di collaborazioni, in particolare con il Ministero dello Sviluppo Economico. Tale mission è rafforzata anche dal mandato conferitoci dalla ISTT (International Society for Trenchless Technology) per la diffusione delle tecnologie trenchless nei Paesi del Mediterraneo del Medio Oriente, in forza del quale sono stati sviluppati una serie di progetti che hanno visto, negli anni scorsi, anche l’apertura di Desk ad Amman e ad Algeri.

Il rinnovo dell’Accordo Quadro siglato nel Giugno 2010 con il MiSE  (Ministero dello Sviluppo Economico) e la nostra partecipazione alle recenti Missioni del 2011 in Afghanistan e Kurdistan al seguito del Ministro dello Sviluppo Economico, hanno consentito di gettare le basi per un accordo rivolto all’ apertura di un centro di formazione ad Erbil per tecnici specialistici al fine di diffondere le conoscenze per l’utilizzo di tecnologie non invasive, pianificazione urbanistica e la redazione di progetti finanziati.

Tale accordo siglato lo scorso 2 Marzo tra La Salahaddin University di Erbil, Agenfor  Italia e IATT, impegna le parti a cooperare tra loro al fine di:

  • Realizzare una serie di inziative volte alla formazione in materia di innovazione tecnologica di tecnici e di ingegneri locali focalizzando soprattutto l’ attenzione alle infrastrutture del sottosuolo e alla pianificazione urbanistica;
  • Assistere  nella redazione di progetti finanziati da sottoporre a potenziali finanziatori;
  • Creare un sito web per promuovere le diverse attività di cooperazione;
  • Progettare e realizzare video e altro materiale volto a pubblicizzare il Governo regionale curdo in ambito europeo sempre per la ricerca di finanziamenti.

Questo MOU è di straordinaria importanza in considerazione del fatto che Erbil, capitale del Kurdistan iracheno, è in pieno sviluppo economico ed in piena fase di riscostruzione delle infrastrutture sia del soprassuolo che del sottosuolo e quindi costituisce per le aziende italiane un mercato estremamente interessante. La IATT sarà presente in prima linea nel processo di ricostruzione, facendosi promotore e portavoce del sistema Italia. Per visualizzare l’ accordo clicca qui.

 

Lascia un commento